Connettività - Sito 2015

Vai ai contenuti

Menu principale:

Connettività

Soluzioni

ADSL
L’ADSL è oggi la forma di connettività a banda larga più richiesta, quella cioè di più comune utilizzo. Le offerte prevedono tagli di banda sino a 20 Mbit in download e sino a 1 Mbit in upload. E’ bene notare la dicitura “sino” perché nasconde un concetto che non tutti conoscono bene. I gestori nella loro offerte consumer non garantiscono la banda o lo fanno per un livello molto basso. Non per nulla, spesso a margine delle offerte vi è una dicitura in piccolo che recita grossomodo che la velocità massima può dipendere da alcuni fattori tecnici. Tralasciando il concetto che in rete non tutti i server possono offrire alte velocità, dal punto di vista fisico le linee ADSL risentono molto della qualità del doppino telefonico.

ADSL e doppino telefonico: performance
ADSL e doppino telefonico: performance (immagine: Nexthardware).

                                                                                   

Più bassa sarà questa qualità, vuoi per vecchiaia dei cavi o vuoi perché la distanza dalla più vicina centrale è alta, più bassa sarà la velocità massima di trasmissione. Visto l’alto degrado della rete in rame italiana non è purtroppo raro che le velocità reali della linee siano molto più basse di quanto promesso dall’offerta del gestore. Da preferirsi ovviamente le offerte in ULL per la maggiore qualità.  

Per scoprire se il proprio numero è raggiunto da un’offerta ULL o Wholesale sarà sufficiente effettuare il test di copertura del gestore con cui si avrebbe intenzione di effettuare l’abbonamento.

VDSL
La VDSL è una novità per il panorama italiano che offre ad oggi soluzioni sino a 30 Mbit in download e sino a 3 Mbit in upload. Erroneamente, i gestori la pubblicizzano come un’offerta in fibra ottica ma in realtà è sempre una tecnologia che si basa sul doppino. L’uso inappropriato del termine fibra ottica lo si deve al fatto che la VDSL per permettere al doppino di reggere velocità così elevate (i problemi sono gli stessi dell’ADSL) deve portare le infrastrutture di rete, fibra ottica compresa, il più vicino possibile alle case e precisamente nei cabinet cioè gli armadi di zona che si vedono ogni giorno lungo le strade. Li viene portata la fibra che viene collegata a dei mini DSLAM che permettono agli utenti di uscire subito su internet (da qui il termine FTTC cioè Fiber to The Cabinet). In un certo senso viene replicata l’infrastruttura dell’ADSL in piccolo su ogni armadio di zona.

Accessi Simmetrici Ethernet
Gli accessi simmetrici basati su tecnologia di trasporto Ethernet sono realizzati in SHDSL.bis su infrastruttura ULL Clouditalia o interconnessione con la rete bitstream
Ethernet di Telecom Italia. La soluzione tecnica utilizzata per la realizzazione del servizio di accesso simmetrico in ecnologia Ethernet è basata sullo standard EFM (Ethernet in the First Mile), che descrive la modalità con cui mappare le trame Ethernet sul livello fisico SHDSL. Il processo di incapsulamento delle trame comporta una modesta perdita della banda
trasmissiva resa disponibile dal modem. In particolare la capacità trasmissiva netta è circa pari all’ 87% della capacità lorda resa disponibile dal modem.
Gli accessi realizzati tramite Telecom Italia sono attivati su una COS separata rispetto a quella utilizzata per gli ADSL in modo da garantire prestazioni superiori ai clienti che
necessitino di connettività simmetrica da 2 a 10 Mbps.


Fibra Ottica
La fibra ottica è invece la soluzione senza compromessi con prestazioni che possono arrivare sino a 100 Mbit e anche di più in futuro. Purtroppo la sua diffusione, per gli alti costi di gestione, è ancora molto bassa ma i gestori piano piano stanno lavorando ad una nuova rete ultra veloce che però collegherà in prima battuta solo le grandi città. Ad oggi infatti la fibra ottica, come offerta consumer. I costi di queste tipologie di connessione solo abbastanza elevati anche se non proibitivi.

Wireless
La connettività wireless viene oggi utilizzata in abbinamento ai terminali mobili (smartphone, tablet e chiavette) o come surrogato della connettività classica nelle zone digital divise. Di connessione wireless ce ne sono di diverse tipologie ma fondamentalmente oggi è possibile trovare connettività 3G/4G dei gestori di telefonia mobile e connettività WiMax degli operatori wireless. Sebbene le connessioni dati dei gestori di telefonia possono risultare più comode da utilizzare posseggono molti limiti. Innanzitutto il 99% delle offerte è a consumo e quindi significa che si avranno dei limiti nell’uso. Inoltre, possono risultare instabili e meno veloci a seconda di dove ci si trova e del traffico generato sul ripetitore su cui si è collegati.

Meglio vanno le connessioni WiMax che per qualità si avvicinano molto alle classiche connessioni su doppino. Per la massima garanzia è comunque necessario scegliere un provider affidabile.  

 
Torna ai contenuti | Torna al menu